Posizionare Siti in Exact Match Domains EMD con Key sul Dominio

Posizionare il sito su frasi molto competitive usando le key sul nome dominio. Algoritmo anti spam Google “Exact-Match Domains”  (EMD)

Nel Settembre del 2012 Matt Cutts di Google comunica che l’algoritmo EMD è settato anche per ridurre lo spam  e i posizionamenti  nei risultati delle ricerche per i  domini  che presentano la frase esatta.

Es N. 1  Come vengono analizzate le key presenti sul dominio

in data 20 Ottobre 2012 cercando su www.google.it la frase “ottimizzazione siti modena”  possiamo osservare:
A) La scansione delle parole del dominio viene fatta a singola lettera per cui vengono riconosciute le parole anche se non hanno spazi o altri caratteri di separazione  nel dominio www.modenasitiweb.it  vengono evidenziate sia la parola Modena che la parola siti sia che siano attaccate o distanti

Partial match Presenza parziale delle key sul dominio

Presenza parziale delle parole nel dominio

Un altro esempio col dominio www.pellettino.eu
la presenza della key esatta sul dominio fa passare dal 11esimo posto  al nono posto pur con una key errata

In questa immagine il posizionamento nelle SERP di Google con la frase contenente la key “pellet”

Posizionamento in seconda pagine delle Serp di Google con parola esatta presente sul dominio

In questa SERP il sito si posiziona al nono posto con una frase contenente  la parola “pellett”

Posizionamento con key esatta presente sul nome a dominio

Es N. 2 L’ EMD Exact-match sul dominio già penalizza  i siti italiani (20 ottobre 2012)?

In data odierna non sembrerebbe applicata  la penalizzazione dell’ ”Exact-Match Domains” EMD almeno sui domini anziani e in trust

Exact-match domains Le Key sul nome dominio di sito posizionato

Altro sito con exact-match le key nel dominio e si posiziona

Es N. 3   Analizziamo il posizionamento nelle SERP di Google di alcuni siti e directory in altri settori competitivi

  1. a)Ricerca su Google “autospurgo roma”

1)      Questa directory si posiziona con le key nella cartella e nel nome file

2)      Il sito si posiziona in exact-match sul dominio

3)      Il sito www.autospurgo.com si posiziona con una sola key sul dominio

4)      Il sito si posiziona con le 2 key separate dal segno meno nel dominio in exact-match

5)      Il sito si posiziona con le 2 key separate dal – nel dominio in exact-match

6)      Il sito si posiziona con una key pur essendo al plurale “auto spurghi”

Anche in questo caso non sembra sia funzionante l’algoritmo “exact-match sul dominio”  sia per i siti che per le directory

SERP

  1. b)Ricerca su Google “interviste sulla roma calcio”

1)      Il sito as.roma.it si posiziona primo  con le key  distribuite fra il dominio (roma)  la cartella (calcio) e il file (interviste) questo contro 8.000.000 di altri siti

Sembrerebbe che la sinergia fra le key presenti sul  dominio, quelle sulle cartelle e quelle sul title della pagina ottengano il risultato voluto

Posizionamento di portale informativo di as roma

  1. c)Ricerca su Google “as  roma calcio video”

1)      Il sito www. as.roma.it si posiziona quindicesimo  in seconda pagina contro 21.000.000 di altri siti  con le key  distribuite fra il dominio (as roma)  e il title della pagina

Anche in questo caso la sinergia fra le key presenti sul  dominio, e altre presenti  sul title della pagina ottengano il risultato voluto

Posizionamento molto competitivo con posizionamento in seconda pagina
Conclusioni:

1)      Secondo il mio parere conviene ancora utilizzare le key sul nome a dominio (senza esagerare, e lavorando sui contenuti e sul Trust del sito e della pagina stessa)

2)      Non ho ancora verificato situazioni di siti portali o directory colpite in maniera decisa dall’inasprimento antispam dell’algoritmo EMD

Blogspot di Google esempio di Strategia di posizionamento nelle SERP di Google

Promozione su Google. Posizionarsi coi post dei blog (Blogger WordPress)

La forza dei blog realizzati sulla piattaforma wordpress  oppure  col servizio gratis di Google piattaforma blogspot  http://www.blogspot.com  è risaputa ormai da anni  infatti tutte le strategie di Link Building sfruttano i blog per generare link verso i siti da spingere.

 

L’ottimizzazione dei post e del blog permette di ottenere risultati di rilevanza nazionale nelle ricerche

Esempio n. 1
ottimizzazione.blogspot.com

Posizionamento su Google del blog ottimizzazione

  • I contenuti del blog sono reali e di qualità su tutte le pagine
  • realizzato nel  2005 si posiziona tuttora al 4 posto nella SERP “ottimizzazione siti” su google.it  la frase è molto competitiva e con molti concorrenti sul Pay Per Click di Google (Adwords)

 

Esempio n. 2
autospurgo-roma.blogspot.com

Post ottimizzato per posizionarsi sulla Long Tail

Posizionamento del post su Google

 

  • I contenuti del blog sono reali e di qualità attualmente presenta molti post con contenuti simili
  • realizzato nel  2007 si è posizionato molto bene all’inizio
  • nel 2012 viene usato per posizionarsi su frasi della Long Tail con post molto simili che si posizionano molto bene sulla singola  frase. I posizionamenti si manterranno se il filtro di google sui contenuti duplicati non entra in funzione

Posizionamento su Google di Post Facebook e Post Google+

Conviene ai fini del posizionamento sulle SERP di Google Pubblicare una notizia su Facebook o su Google plus?

La prova consiste nel:

  • pubblicare contemporaneamente la stessa notizia sia sulla pagina  Facebook  che su Google Plus (sarebbe un duplicato)
  • la pagina Facebook è in realtà più vecchia di 12 mesi

Questa è la notizia pubblicata
http://it-it.facebook.com/pages/Adriatico-Wind-Club-ASD-Vela-Windsurf-Kitesurf/108915145849974
https://plus.google.com/118364868412601615988#118364868412601615988/posts

La notizia da pubblicare

Questi sono i risultati della SERP cercando il primo testo della notizia “Adriatico Wind Club Experience”

Posizionamento nella SERP di Google della pagina pubblicata su Google Plus
Come si puo vedere la notizia su Google + si posiziona in seconda pagina al 17esimo posto
Posizionamento sulla SERP di Google della notizia pubblicata su Facebook
La notizia pubblicata su Facebook si posiziona invece al quarto posto

 

Le conclusioni sono che al momento dedico più tempo a Facebook che a Google +

Queste sono conclusioni sommarie dettate da una prova casuale e non da un vero test per cui sono aperto a tutte le osservazioni e a qualsiasi contributo che ci permetta di capire dove lavorare e quando sarà il caso di dedicarsi a Google +

Problema Indicizzazione Sito Lotus

Problema di indicizzazione su Sito web Lotus Un’altro esempio di indicizzazione a macchia di Leopardo

Mi chiama un cliente con 200 siti non tutti attivi perchè le sue pagine web sono affette da evidenti problemi e sofferenze nei posizionamenti.
La piattaforma IBM Lotus  Notes ha un applicativo ” Sito web Lotus” che consente di realizzare siti anche con molte pagine in maniera relativamente semplice.

Il cliente si era accorto di una strana indicizzazione a macchia di leopardo delle pagine dei suoi siti.
Infatti si trovava con vari domini che puntavano a pagine e sezioni allocate internamente all’unica cartella  che Lotus consentiva di avere per il sito.
Lo spider pertanto si trovava entrando con la URL  (dominio A) ad indicizzare alcune pagine poi incontrava altre pagine che aveva indicizzato per un’altra URL (dominio B) e si fermava.

Ogni volta che il cliente lanciava il comando site:nomedominio si trovava elenchi misti  di pagine attribuite ad un dominio o alltro.
La situazione sicuramente complessa coinvolgeva decine di migliia di pagine e svariati nomi a dominio.

La terapia considerando anche che i siti erano in business è iniziata sganciando un primo sito e cercando anche di correggere altri errori di ottimizzazione presenti , come eccesso di link, keyword stuffing, e sovra ottimizzazione con anche qualche problema ovvio di duplicazione di contenuti (che potevano da soli giustificare eventuali penalizzazioni).
Altro post sulla Indicizzazione a macchia di Leopardo

Pubblicazione Indicizzazione Siti con Adwords

La pubblicazione del sito web

L’operazione di pubblicazione di un sito web è spesso ingiustamente trascurata dai webmasters ed è facile vedere dei siti con pagine in costruzione o peggio ancora siti dove è stata pubblicata esclusivemente la home page.

  1. Vale la regola assoluta che un sito deve essere tenuto lontano dagli spider fino a che non sia terminato  sia come struttura che come inserimento dei contenuti.
  2. Funziona anche il detto “Chi ben inizia è a metà dell’opera”

Tenere lontani gli spider è semplice quando il sito lo realizziamo in locale sul nostro computer e lo pubblichiamo solo quando è terminato.
Nel caso dei CMS come Joomla dove spesso i webmasters realizzano il sito online è indispensabile aggiungere un file robots.txt col comando di esclusione
User-agent: *
Disallow: /
inoltre è bene tenere il sito offline con l’apposito comando della configurazione
Tenere CMS joomla offline

Perchè tenere il sito offline?
I motori di ricerca al momento dell’indicizazione si fanno un’idea dei contenuti del sito nel suo complesso, del glossario usatato dal sito, della sua struttura di link, ecc  e come si puo ben capire un sito incompleto fornisce un’immagine parziale che poi richiede tempo e lavoro per essere modificata a nostro favore.

Iniziare bene la pubblicazione sottintende una operazione di inserimento nei motori di ricerca, nelle directory, ecc . Attualmente il sistema migliore per pubblicare un sito è quello di farselo pubblicare da un’altro sito importante (alto PR, apprezzato dai motori, un buon Rank di Alexa, possibilmente sito anziano).  Questa pubblicazione avviene  tramite una piccola recensione o tramite un link testuale.

Forzare la pubblicazione e l’indicizzazione tramite Adwords.
Adwords funziona anche come strumento di pubblicazione siti.

  • registro il dominio
  • realizzo una o piu pagine del sito o una o piu landing
  • attivo una campagna Adwords con  i link che puntano a questo dominio
  • la conseguenza è che Google deve per forza indicizzare il sito per far funzionare la campagna

————————————————————————————————————–
Vuoi PUBBLICARE BENE IL TUO SITO? 
Vuoi FAR INDICIZZARE il tuo sito su Google?

Contattami

 —————————————————————————————–

Indicizzazione a macchie di Leopardo

Ho ristrutturato e ottimizzato il sito di un cliente nel settore dei prestiti mutui e convenzioni.
Passano i giorni e nel controllare se compare su google (site:www.nomesitolungo.it e anche nomesitolungo.it) mi accorgo che il cliente ha anche:
nomesitolungo.com
nomesitolungo.biz
nomesitolungo.org
nomesitolungo.net
nomesitolungo.info
nomesitolungo.us
tutti reindirizzano sul dominio it ma qualcosa non quadra perche Google ha indicizzato un paio di pagine sul comun paio di pagine su org ecc. Evidentemente il reindirizzamento è stato fatto male ho il cliente incautamente ha ritenuto di pubblicare la fotocopia del sito negli altri domini rovinando tutto il lavoro di ottimizzazione.

Indicizzazione errata di vari domini con alias

Questa strana indicizzazione porta come conseguenza che:

  1. il dominio base .it risulta indicizzato solo per la home (con risultati molto importanti, ma solo di una pagina)
  2. ritengo che in mancanza di un rapido intervento l’indicizzazione del dominio .it si fermi alla home vanificando tutto il lavoro

A questo punto ho indagato presso il cliente chiedendo di avere i dati FTP degli altri domini per fare un reindirizzamento manuale con un link nella  pagina index di ogni singolo dominio.

Ebbene le indagini successive e il colloquio col webmaster  hanno portato alla scoperta che tutti i domini sono stati allocati come Alias di quello principale e questo porta alla indicizzazione a macchie di leopardo.

Terapia :
Gestire con redirect tutti i domini escluso www.nomesitolungo.it  (il principale) e nomesitolungo.it senza www  (perche sta usandolo per le campagne Adwords)

—————————————–
Il tuo sito non si fà trovare? Vuoi sapere se si può ristrutturare? 
Vuoi sapere cosa si può ottenere ristrutturando?
 

Telefonami al 3398736464 o lascia un commento
———————————-