Campagne Adwords e Facebook con landing di atteraggio e vendita

Landing si o landing no?  Landing per Adwords e landing per Facebook esempio di strategia

 

La realizzazione di apposite pagine chiamate landing per effettuare strategie di visibilità e vendita sembra sia leggermente in declino.  Possiamo verificarlo direttamente controllando gli annunci Adwords delle ricerche e verificare che la maggior parte mandano direttamente al sito o ad una pagina interna. Questo fatto è dovuto essenzialmente alla difficoltà e ai tempi di realizzazione di una landing che abbia possibilità reali di vendita.

La  mia esperienza mi porta a dire che:

1)      Conviene sempre realizzare una apposita pagina di vendita (landing). Puo essere anche una pagina interna al sito ma appositamente strutturata

2)      Che la pagina deve anche essere molto ben ottimizzata per i motori di ricerca e in particolare per Google per OTTENERE VISIBILITA’ ORGANICA GRATIS.  Es.  di landing. (http://www.marinellimacchineagricole.it/lan/Produzione-archi-protezione-trattori.htm) Poi naturalmente bisogna ottimizzare bene la campagna Adwords

3)      Che anche su Facebook si puo lavorare con lo stesso criterio. Fare pagine landing ottimizzate per avere anche visibilità da Google e poi ottimizzare la campagna Facebook ADS sui criteri social di Facebook, specialmente la selezione del target. (Due piccioni con una fava)   es di landing (http://www.marinellimacchineagricole.com/lanFB/produzione-kit-sicurezza-trattore-protezione-antinfortunistica-trattori.html)

 

Le due landing sembrano essere molto simili ma in realtà sono diversamente ottimizzate e cercano di non incappare nella duplicazione dei contenuti. Questo consente una vita autonoma, posizionamenti su Google anche differenti quindi una visibilità organica gratuita che a volte  si rileva molto importante.

Come usare gli HASHTAG di Facebook. Creare, usare e fare strategie con gli Hashtag

Gli hashtag sono trasversali e collegano profili personali e pagine facebook in una nuova entità che appunto è come una nuova pagina che contiene i post che hanno usato quell’ hashtag  (ordine: prima i post di amici e gruppi e poi i post pubblici)

Gli Hashtag sono indicizzati da Google e quindi consultabili direttamente se sono loggato sul profilo facebook vedo prima i post degli amici e poi quelli pubblici

Gli hashtag che cerco da loggato su facebook contengono i post degli amici e poi quelli pubblici

HashTag di Facebook nelle riceche di Google

CREARE E USARE HASHTAG

  • Per creare un nuovo hashtag è sufficiente scriverlo in un post magari verificando prima che non esista per evitare di andare su una pagina Hashtag con argomento non adeguato
  • Per utilizzare un hashtag gia esistente es (#bastaunsi)  è sufficiente inserirlo nel post in maniera adeguata  e in argomento
  • Non bisogna usare nello stesso post  piu di 3 hashtag perche perdono la loro utilità inoltre  molto meglio se sono  commentati  e spiegati
  • Gli hashtag non sono sensibili a maiuscole e minuscole  #‎BastaUnSi  è uguale a #‎bastaunsì ma il primo è decisamente piu leggibile e ricordabile quindi da usare al momento della creazione. Non si possono usare altri caratteri oltre maiuscole e minuscole e numeri.

STRATEGIA CON HASHTAG (navigazione desktop)

  • Gli hashtag sono trasversali e collegano profili personali e pagine facebook in una nuova entità che appunto è come una nuova pagina che contiene i post che hanno usato quell’ hashtag  (ordine: prima i post di amici e gruppi e poi i post pubblici)
  • Gli hashtag sono molto importanti perchè mi permettono di categorizzare i contenuti della mia pagina Facebook per renderli più usabili dagli utenti
  • Permettono di recuperare dal diario contenuti pubblicati da tempo ma ancora attuali
  • Gli hashtag vanno comunicati come scopo (in post apposito e in una nota) e richiamati all’ interno dei post per aiutare la navigazione che altrimenti sarebbe a diario giornaliero
  • Possiamo usare gli hashtag creandone in modo creativo alcuni decisamente personalizzati  es
    #pdmaFestePranzi  in questo hashtag raggruppiamo tutti post delle feste e dei pranzi di autofinanziamento
    #pdmaBastaUnSi  tutti i post che hanno a che fare con iniziative della sezione legate ai comitati per il SI ecc

Questi Hashtag hanno una valenza interna e verranno usati esclusivamente nei post della pagina e nei profili personali degli amici del PD Madonnina anche se accessibili a tutti su Facebook.

In conclusione:

Quello sopra è un  esempio creativo di uso degli HASHTAG di Facebook nella gestione di una pagina FAN. L’esempio funziona ancora meglio con le pagine aziendali dove la categorizzazione può essere più ampia (offerte, prodotti, eventi e fiere, usato, corsi, aggiornamenti, assistenza).

Bisogna Studiare una categorizzazione dei contenuti della nostra pagina Facebook poi definire gli Hashtag che sono utili infine creare un post esplicativo dichiarando a cosa serve ogni hashtag. Pubblicarlo in un post ogni tanto ed eventualmente fare una nota dove mano a mano vengono aggiunti tutti.

Portali e directory SEO. Esempi strategie e marketing sui portali verticali

I portali (directory) generalisti:  sono i mega siti con tantissime categorie  tantissime localizzazioni e lingue. Qualche esempio di questi portali  (detti anche directory)  a livello mondiale Yahoo (http://dir.yahoo.com/  2.950.000 pagine indicizzate da Google) , Dmoz (http://www.dmoz.org/  3.640.000 pagine indicizzate da Google versione italiana http://www.dmoz.org/World/Italiano/  27.900 pagine indicizzate da Google) mentre esempi a livello italiano sono le pagine gialle (http://www.paginegialle.it/  614.000 pagine indicizzate da Google)

L’iscrizione su queste directory è solitamente a pagamento o come nel caso di Dmoz estremamente difficile da ottenere. La convenienza e relativamente scarsa facendo il calcolo dei costi benefici

Portali verticali o tematici: Molto più utili nel web sono i portali o directory tematiche che si caratterizzano per la  localizzazione (Regionali- provinciali – cittadini) e per la tematicità  (uno o piu argomenti di categoria)

La Specificità è il valore che rende il portale interessante sia per l’utente che per il motore.

La specificità per localizzazione MULTIREGIONALE e tematicità MULTIPLA:

es.1 http://www.turismonelnord.it/  si tratta di un portale nuovo che avrebbe come obiettivo di posizionarsi per
TEMATICITA  MULTIPLA-  Ristornati  Agriturismi Enoteche Birrerie Hotel  Bed and Breakfast Noleggio auto
LOCALIZZAZIONE MULTIREGIONALE – Emilia Romagna Toscana Veneto Lombardia.

Osservazione n. 1 –  L’obiettivo è molto ambizioso in quanto siamo in presenza di numerosissimi concorrenti  in tutti i settori da coprire “B&B Toscana” 20.900.000 concorrenti  tutti molto forti (Tripadvisor.it   booking.com   bbitalia.it)

SERP per la key B&B toscana molti concorrenti e molto forti

La specificità per localizzazione  su 2 REGIONI e tematicità MULTIPLA:

  1. 2http://www.pronto-car.it/ (AUTO veneto emilia romagna)

TEMATICITA  MULTIPLA-  Auto d’epoca, auto da cerimonia, Autocarrozzerie, Elettrauto, Gommisti, Impianti a metano, Impianti GPL,  Noleggio auto, Noleggio Camper, Officine meccaniche, Concessionari.

LOCALIZZAZIONE MULTIREGIONALE – Emilia Romagna,  Veneto.

Osservazione n. 1 –  L’obiettivo sulle 2 regioni può avere un senso solo per alcune tematicità (auto d’epoca, e da cerimonia …) mentre per altre (autocarrozzerie, Gommisti, ….) è comunque  ambizioso in quanto siamo in presenza di numerosissimi concorrenti

La specificità per localizzazione  su 2 REGIONI e tematicità DOPPIA:

  1. 3http://www.offmecc.it/(OFFICINE MECCANICHE veneto emilia romaagna)

TEMATICITA  DOPPIA –  Officine meccaniche CNC, e Officine meccaniche di precisione.

LOCALIZZAZIONE MULTIREGIONALE – Emilia Romagna,  Veneto.

Osservazione n. 1 –  Restringendo il numero delle  tematicità si diminuiscono i concorrenti web e si aumentano le possibilità del portale di essere apprezzato sia dagli utenti che da Google

La specificità per localizzazione su 2 PROVINCIE e tematicità MULTIPLA:

es.4  http://www.portaleristructura.it/  (Edile Verona Brescia)

  1. http://www.edil-news.it/(EDILE BOLOGNA – FERRARA)
  2. http://www.prontoedile.it/(EDILE PARMA – PIACENZA)

TEMATICITA  MULTIPLA – Bonifica amianto, Tetti e coperture, Ristrutturazioni, Pavimenti e rivestimenti, Fotovoltaico, Arredamenti, Serramenti, Camini, Carpenteria, Cartongessi, Termocappotti, Lattoneria, Falegnameria .

LOCALIZZAZIONE  2 PROVINCIE  – Verona Brescia (Bologna Ferrara – Parma Piacenza)

Osservazione n. 1 –  Restringendo l’obiettivo a solo  2 provincie  si aumentano le possibilità di successo del portale anche se  il numero delle  tematicità  è ancora alto e rende la crescita del portale lenta e più difficoltosa. Si ottengono dei posizionamenti  per frasi  con le combinazioni  provincia+tematicità

Esempio di posizionamento tramite iscrizione su portale localizzato su 2 regioni

Tutte queste tipologie di portali verticali hanno una reale possibilità di successo a condizione che:

1)      i contenuti siano aggiornati

2)      i contenuti  (le schede)  siano utili e dettagliate

3)      La localizzazione e la tematicità siano molto specifiche

4)      Le pagine o la home del sito abbiano una buona matrice di link di spinta

CONCLUSIONI:

Se facendo ricerche su Google per le key di vostro interesse trovate posizionati dei portali con localizzazione molto stretta (es provincia o addirittura città) oppure portali con tematicità molto specifica (elettricisti a Modena), in questi sarebbe conveniente comparire (gratis o anche a pagamento).

Google il menu del sito Banda nera e il menu delle ricerche nuova versione orizzontale Considerazioni di Usabilità

I menu di Google sono cambiati ma secondo quale logica?

1)   Uno dei capisaldi dell’usabilità dei siti è quello di avere i menu nello stesso posto e possibilmente con le stesse voci

2)   Un secondo caposaldo sarebbe quello di non avere nel menu mescolati  i link interni  alle funzioni del sito con i link che vanno a risorse esterne al sito

3)   Un terzo caposaldo è quello di non avere nei menu dei link che vanno verso risorse identiche

Ebbene non ci posso credere ma Google nella ristrutturazione appena messa in funzione sembra essere incappato in tutti e tre gli inconvenienti

Che cos’è il menu del sito?
Non è altro che il menu che compare sulla banda nera in alto nella pagina appena entro nel sito di Google
Google menu del siti a banda nera in alto nella pagina

Che cos’è il menù delle ricerche?
Il menù delle ricerche è quel  menù aggiuntivo che compariva  fino a pochi giorni fa nella colonna a sx dei risultati della ricerca e che adesso compare sotto al box della ricerca

Google nuovo menu di ricerca sotto il box di ricerca
Osservazione n. 1
 Il menu del sito cambia come numero di voci
Il menu del sito (quello barra nera) Cambia passando da una voce all’altra. Nella voce Play il menu da 11 voci passa a 9 voci

Menu play a 9 voci

Osservazione n. 2 Il menu del sito ha mescolati link interni ed esterni
Alcune delle voci (+Tu, YouTube, Gmail, Drive, Calendar,  e anche sotto la voce Altro le voci Mobile Blogger Reader e Foto) portano a servizi separati di Google quindi sono link esterni.
Infatti in questi siti e servizi separati scompare anche Il menu nero. Ma non sarebbe stato meglio questi link raggrupparli

Google menu del sito con presenza di link esterni al sito stesso


Osservazione n. 3
 Voci ripetute dal menu sito al menù ricerca
Ci sono almeno tre voci che si ripetono fra i due menù mandando a risorse uniche

Ripetizione di link fra i due menu di Google

Osservazione n.  4  I sottomenu  del menu della ricerca si abilitano cliccando su strumenti di ricerca
Questa è a dir poco una logica strana sia come usabilità che come consuetudine web. Logica per capire la quale , debbo essere sincero ho dovuto dedicare un pò di tempo.

Google menu di ricerca

Il sottomenu della voce Web si ottiene solo cliccando prima sulla voce web e poi sulla voce strumenti di ricerca

Sottomenu del menu immagini (menu di ricerca)
Il sottomenu della voce immagini si ottiene solo cliccando prima sulla voce immagini e poi sulla voce strumenti di ricerca
Sottomenu della voce immagini del menu di ricerca

Conclusioni: Dopo un po’ di mal di testa ho capito tutto, ma questa da Google proprio non me l’aspettavo.

Google cambia il menu delle ricerche da verticale a orizzontale aggiungendo voci come Siti con immagini

Nuovi menu nelle SERP di Google con risvolti SEO

Oggi 21/11/2012   Mi accorgo che Google ha fatto dei cambiamenti nel menu a sx che compare quando si fa una  ricerca.

Spostamento del menu di sx in alto sotto il box delel ricerche

Quindi in questo momento quando facciamo una ricerca su Google abbiamo due menu uno sulla banda nera in alto e uno sotto al box di ricerca. Le prime 3 voci sono esattamente identiche e quindi prima o poi saranno tolte da uno dei due menu.

Doppio menu di Google con voci ripetute

Due novità nel nuovo menù di Google

Ma non si tratta solo di uno spostamento del menu che si trovava sx  ci sono anche novità come è avvenuto con la scomparsa della Wonder wheel

  1. la prima novità è la comparsa della voce “Siti con immagini”  presente  in Strumenti di ricerca à Tutti i risultati à Siti con immagini. Questa novità potrebbe avere degli interessanti risvolti SEO legati alla ottimizzazione della pubblicazioni delle immagine nelle pagine dei siti web e alla realizzazione della sitemap.xml  delle immagini del sito. Si nota infatti l’assenza nella ricerca “Siti con immagini” del sito  che stiamo studiando in quanto il sito non presenta una strategia di immagini con site map sulla parola “porte blindate” usata per la ricerca

Menu Siti con Immagini Esempio per Porte blindate

  1. La seconda novità  è  la presenza di due nuove voci  “Pagine visitate”  e “Non ancora visitate”. Queste due voci compaiono esclusivamente se accediamo alla ricerca di google da loggati (ci siamo loggati per accedere ad altro servizio di Google come Youtube, Gmail, Maps, Google analytics, Google Adwords). ). Anche questa novità implica una attenzione SEO infatti, quando si studiano i posizionamenti , si sapeva gia da tempo che i risultati delle SERP cambiano se navighiamo da loggati, se abbiamo gia visitato in precedenza le pagine o pagine sullo stesso argomento ecc.
    Questo impone un uso assolutamente massiccio della navigazione InPrivate Browsing  quando si usa Internet Explorer e simili sicurezze con gli altri Browser.

Le 2 novità del menu Tutti i risultati quando si accede da loggati